Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Draghi preoccupato per l'accelerazione del trend negativo

Draghi
Draghi si e' detto "profondamente preoccupato" per il credito che "ha rallentato nel secondo semestre 2011, con un'accelerazione del trend negativo a fine anno". I sondaggi e i dati economici non tengono ancora conto della prima, rilevante, mossa della Bce: l'asta a tre anni che ha concesso 489 mld alle banche europee. C'e' dunque la speranza che qualcosa possa essere cambiato gia' a inizio anno. Ma Draghi e' ancora cauto: "Alcune banche hanno usato i fondi per rifinanziare i bond, quindi non si e' trattato di nuova raccolta". Inoltre il presidente Bce ha menzionato, tra i fattori che bloccano il credito, anche la stretta sul capitale dell'Eba e l'avversione al rischio dei mercati. Ma ora le banche, ha ricordato Draghi, non devono perdere il prossimo appuntamento con la liquidita', la seconda asta a tre mesi del 29 febbraio. "Alcuni istituti hanno voluto dare una prova di forza dicendo di non averne bisogno. Ma non ci deve essere alcuna preoccupazione nel chiedere i fondi. Le aste sono fatte per essere usate". Bastera' la moral suasion del numero uno Bce? Ubs e Credit Suisse hanno gia' detto che non parteciperanno, e anche Ing e' sul punto di defilarsi. Gia' nella prima operazione di dicembre, grandi istituti come Deutsche Bank e Barclays non sono ricorsi all'Eurotower. A quanto risulta, anche le due maggiori banche italiane, Intesa e Unicredit, considerano l'ipotesi di non prendere un euro dalle casse di Francoforte. Insomma, c'e' il timore che questo atteggiamento si diffonda in tutta Europa: messa in ordine la raccolta, le banche potrebbero non essere interessate a sostenere l'economia, data soprattutto la bassa qualita' media del credito. Draghi ha ammesso che alla fine si tratterra' di una "decisione di business" ed e' rimasto vago sull'esito dell'operazione: "Secondo gli analisti, i volumi della seconda asta saranno in linea con la prima", ha ricordato. red/vit

Hai trovato interessante l’articolo “Draghi preoccupato per l'accelerazione del trend negativo”?

Nelle diverse sezioni del portale, puoi trovare news ed approfondimenti per comprendere meglio il contesto in cui viviamo.

Fisco e finanza, economia, lavoro ed attualità: come nel caso della categoria Economia e Finanza seleziona quella di tuo interesse e non perdere gli articoli che abbiamo selezionato per te, scoprili subito.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.