Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Trasparenza lavoro: nuovi obblighi indicati dal Ministero

trasparenza lavoro | la rete di clò

È dello scorso settembre la circolare ministerialie che riporta i chiarimenti del Ministero del Lavoro sugli obblighi introdotti dal Decreto Tasparenza 104/2022.
Si tratta di nuovi adempimenti informativi ai quali sono tenuti i datori di lavoro per le assunzioni decorrenti dal 13 agosto 2022.

In modo particolari tali adempimenti informativi relativi alla trasparenza lavoro riguardano i seguenti ambiti.

  • Congedi retribuiti: è fondamentale specificare per congedi e permessi retribuiti la tipologia e la durata, nonché fornire indicazioni chiare anche sulle ferie riconosciute ed il calcolo delle stesse.
  • Retribuzioni: è doveroso specificare le diverse voci del salario con la specifica delle tempistiche e le modalità di retribuzione, così come le modalità di maturazione di eventuali premi e voci variabili.
  • Orario di lavoro: è necessario indicare come è strutturato l'orario di lavoro, le modalità del cambio turno, se previsto, e quelle che danno diritto agli straordinari.
  • Sistemi automatizzati: il lavoratore deve essere informato circa la presenza ed il funzionamento di eventuali sistemi di monitoraggio dell'attività lavorativa in caso essi incidano sulle condizioni stesse del lavoro.

Nell'ambito della trasparenza lavoro, il datore può informare il dipendente anche in modalità informatica.
Tuttavia la mancanza di comunicazione e l'inottemperanza della normativa può essere pesantemente multata.

Foto: Freepik

Hai trovato interessante l’articolo “Trasparenza lavoro: nuovi obblighi indicati dal Ministero”?

Nelle diverse sezioni del portale, puoi trovare news ed approfondimenti per comprendere meglio il contesto in cui viviamo.

Fisco e finanza, economia, lavoro ed attualità: come nel caso della categoria Lavoro seleziona quella di tuo interesse e non perdere gli articoli che abbiamo selezionato per te, scoprili subito.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.