Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Incentivi sospesi per le assunzioni rosa

Lavoro rosa

Alle donne di qualsiasi età, prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi, residenti in regioni ammissibili ai finanziamenti nell'ambito dei fondi strutturali dell'Unione europea è stato sospeso lo sgravio contributivo del 50% a carico del datore di lavoro in caso di assunzione. La causa è il mancato rinnovo della carta degli aiuti a finalità regionale scaduto lo scorso 30 giugno.

Gli incentivi introdotti dalla Riforma Fornero che concedono uno sgravio contributivo del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro riguarda l’assunzione di:

  • uomini o donne over 50 e “disoccupati da oltre dodici mesi”;
  • donne di qualsiasi età, residenti in aree svantaggiate e “prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi”;
  • donne di qualsiasi età, con una professione o di un settore economico caratterizzati da un’accentuata disparità occupazionale di genere e “prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi”;
  • donne di qualsiasi età, ovunque residenti e “prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno ventiquattro mesi”.

L’incentivo spetta in caso di: assunzioni a tempo indeterminato; assunzioni a tempo determinato; trasformazioni a tempo indeterminato di un precedente rapporto agevolato. Inoltre, l’agevolazione spetta anche per assunzioni a tempo parziale e per scopo di somministrazione. Restano esclusi, invece: i rapporti di lavoro domestico; intermittente; ripartito e accessorio.
Lo sgravio contributivo, pari al 50% dei contributi a carico dei datori di lavoro, dura: per 18 mesi in caso di assunzione a tempo indeterminato; per 12 mesi in caso di assunzione a tempo determinato.

Perciò, a decorrere dal 1° luglio 2014, non è possibile riconoscere i benefici previsti per l’assunzione delle lavoratrici rientranti nella categoria “donne di qualsiasi età, prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi, residenti in regioni ammissibili ai finanziamenti nell'ambito dei fondi strutturali dell'Unione europea”.

 

 

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.