Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Contributo di solidarietà

Contributo di solidarietà

L’INPS, con il messagio n. 4294/2014, rende noto che dal prossimo mese di maggio i pensionati titolari di un trattamento previdenziale superiore a 91.251,16 € subiranno un taglio sulla propria  pensione. 

La legge di stabilità ha avviato, a decorrere dal 1° gennaio 2014 e fino al 31 dicembre 2016, un contributo di solidarietà.

Il contributo di solidarietà, in particolare, scatta in caso di trattamenti lordi complessivamente superiori a quattordici volte il trattamento minimo (pari a 501,38 euro mensili), nel seguente modo:

  • da € 91.251,16 a € 130.358,80: 6%
  • da € 130.358,81 a € 195.538,20: 12%
  • da € 195.538,21 in poi: 18%.


Ai fini dell’individuazione della base imponibile sulla quale applicare il contributo, vengono presi in considerazione tutti i trattamenti obbligatori erogati sia dall’INPS che dagli Enti che gestiscono forme di previdenza obbligatorie.
Anche ai lavoratori iscritti alle gestioni previdenziali private e per le pensioni delle gestioni pubbliche, la trattenuta viene applicata a partire dalla rata di pensione di maggio 2014.


 

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.