Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Usufrutto

Usufrutto
L'Usufrutto è il diritto di godere della cosa di cui altri ha la proprietà e di trarne le utilità che essa può dare, con l'obbligo di rispettarne la destinazione economica (art. 981 C.C.). Il titolare del diritto si dice usufruttuario, mentre la controparte è detta nudo proprietario, perché il suo diritto di proprietà è stato spogliato della facoltà di godimento, che spetta all'usufruttuario.

Si può costituire:
  • per legge (come a favore del genitore esercente la patria potestà sui beni del figlio minore)
  • per volontà (espressa in un contratto o in un testamento)
  • per usucapione
Durata:
  • se persona fisica, per tutta la vita dell'usufruttuario
  • se persona giuridica, massimo 30 anni
L'usufrutto può cessare:
  • per morte dell'usufruttuario
  • per prescrizione (non esercizio del diritto per 20 anni)
  • per riunione dell'usufrutto e della nuda proprietà (confusione)
  • per totale deperimento della cosa
  • per scadenza o per spirare del tempo per cui è stabilito (es. nell'usufrutto legale fino alla maggiore età del figlio)
Diritti dell'usufruttuario:
  • di godere della cosa e di trarne l'utilità che può dare
  • indennità per i miglioramenti eseguiti (minor somma tra speso e migliorato)
  • dare in locazione (salvo non sia vietato dall'atto costitutivo)
  • cedere a titolo gratuito od oneroso (salvo non sia vietato dall'atto costitutivo)
Obblighi dell'usufruttuario:
  • mantenere la destinazione economica della cosa
  • spese e oneri relativi alla manutenzione ordinaria
  • corrispondere al nudo proprietario l'interesse legale sulle somme spese per riparazioni straordinarie
  • pagamento di imposte sul reddito e IMU
  •  restituzione delle cose nello stato in cui si trovano con i deterioramenti causati dall'uso normale. 

I valori dell'usufrutto vitalizio e della nuda proprietà possono essere determinati con due diverse modalità:
  • Si calcola il valore dell'usufrutto moltiplicando il valore della piena proprietà per il tasso di interesse legale (2,50%) e per il coefficiente stabilito in base all'età del beneficiario; la nuda proprietà si ottiene per differenza algebrica.
  • Si applicano al valore della piena proprietà le due percentuali (riportate nel prospetto dei coefficienti) relative all'usufrutto ed alla nuda proprietà, determinate in base all'età del beneficiario. 

Hai trovato interessante l’articolo “Usufrutto”?

Nelle diverse sezioni del portale, puoi trovare news ed approfondimenti per comprendere meglio il contesto in cui viviamo.

Fisco e finanza, economia, lavoro ed attualità: come nel caso della categoria Diritto e Norme seleziona quella di tuo interesse e non perdere gli articoli che abbiamo selezionato per te, scoprili subito.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.