Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Smentita la fusione tra Telecom Italia e Mediaset

La Rete di Clò | Smentita la fusione tra Telecom Italia e Mediaset
A Piazza affari si era parlato di una possibile fusione tra Telecom Italia e Mediaset. Gia nel 2006 venne ipotizzata questa cosa, quando un noto quotidiano del centro destra avanzò questa proposta. Oggi altri quotidiani hanno rilanciato questa possibilità. Immediata è però giunta la replica del numero uno di Telecom Franco Bernabè che ha bollato come completamente infondata questa ipotesi.
Intanto a Piazza Affari, Telecom Italia sta guadagnando oltre 2 punti e mezzo in scia alle nuove aperture della Cassa Depositi e Prestiti su una possibile collaborazione per l’accelerazione nella costruzione di una rete a banda larga in tutta Italia. Questa mattina infatti il presidente della Cassa Depositi e Prestiti ha aperto le porte al colosso delle tlc, mentre ieri il presidente di Telecom Marco Patuano, aveva annunciato che Telecom non si tira indietro purchè ci sia una domanda che possa remunerare l’investimento.
“Ogniqualvolta c’è spazio per una collaborazione tra pubblico e privato o con soggetti come la Cdp, noi siamo molto disponibili a collaborare. Il dialogo è bene che ci sia e sarà un dialogo, come del resto già c’è. Non pensate che noi già non ci parliamo”, ha affermato Patuano. Sulla banda larga la Cassa Depositi e Prestiti ha annunciato questa mattina di essere disposta a collaborare con Telecom ma solo per le aree più densamente popolate.

Hai trovato interessante l’articolo “Smentita la fusione tra Telecom Italia e Mediaset”?

Nelle diverse sezioni del portale, puoi trovare news ed approfondimenti per comprendere meglio il contesto in cui viviamo.

Fisco e finanza, economia, lavoro ed attualità: come nel caso della categoria Economia e Finanza seleziona quella di tuo interesse e non perdere gli articoli che abbiamo selezionato per te, scoprili subito.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.