Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Settembre: spese in aumento

bilancio familiare
Con il rientro dalle ferie ecco le spese che peseranno di più sul bilancio familiare italiano:
  • Scuola. Per chi ha dei figli una delle prime spese da inserire nel bilancio di settembre è la scuola. Secondo la denuncia del Codacons la spesa media a famiglia per l’acquisto dei libri salirà del 5%. Criticata dal Codacons la scelta del Ministero dell’Istruzione di aumentare i prezzi di copertina in misura pari al tasso di inflazione programmata. Nelle spese per la scuola rientra anche la mensa scolastica, che potrebbe far registrare aumenti per il nuovo anno scolastico. La decisione è stata già approvata da alcune giunte comunali dove sono stimati aumenti intorno a 10 euro al mese ad alunno.
  • Trasporti pubblici. Un’altra spesa che potrebbe subire rincari. A Milano l’abbonamento mensile passa da 30 a 35 euro, il biglietto giornaliero potrebbe arrivare a costare 1,70 euro, il blocco ad 1,50 euro è infatti confermato solo fino a dicembre.
  • Costi auto. Meno care saranno le multe, almeno per chi paga entro 5 giorni. Federconsumatori ha puntato il dito contro l’annuale rincaro di benzina, assicurazione auto e tariffe autostradali, che anche quest’anno sembra impossibile da scansare.
  • Spese domestiche: Buona notizia arriva sul fronte gas: l’iter di revisione del metodo di calcolo del prezzo della materia prima entrerà il prossimo 1° ottobre nella seconda fase di applicazione e dovrebbe tradursi in uno sconto in fattura del 7% annuo. Sulla bolletta della luce invece non ci sono ancora novità certe.

Hai trovato interessante l’articolo “Settembre: spese in aumento”?

Nelle diverse sezioni del portale, puoi trovare news ed approfondimenti per comprendere meglio il contesto in cui viviamo.

Fisco e finanza, economia, lavoro ed attualità: come nel caso della categoria Economia e Finanza seleziona quella di tuo interesse e non perdere gli articoli che abbiamo selezionato per te, scoprili subito.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.