Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Scadenze fiscali

tasse

In base allo studio fatto dalla CGIA di Mestre, i cittadini e le imprese italiane saranno chiamati a rispettare, tra maggio e giugno, 29 scadenze fiscali che porteranno nelle casse dello Stato oltre 75 miliardi di euro di tasse.

Tra le numerose scadenze abbiamo:

  • ritenute IRPEF dipendenti, collaboratori e lavoratori autonomi.
  • contributi previdenziali e assistenziali dipendenti e collaboratori.
  • liquidazione IVA mese precedente.
  • prima rata IMU
  • prima rata TASI
  • prima rata TARI
  • imposta sostitutiva rivalutazione beni di impresa e partecipazioni
  • imposte risultanti dal modello Unico per le persone fisiche e società di persone (IRPEF, Irap, INPS Artigiani e Commercianti (contributi eccedenti minimale);
  • dichiarazione IMU/TASI da presentare se nell’anno precedente sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta
  • mod 730( il CAF consegna al contribuente copia della dichiarazione e del prospetto di liquidazione)
  • presentazione all’INPS del modello UNIEMENS da parte del Datore di lavoro.
  • trasmissione elenchi INTRASTAT contribuenti tenuti alla presentazione mensile.
  • invio telematico modello 770.

Il segretario della CGIA Bortolussi prevede che molte famiglie e imprese ormai logorate dalla crisi non riusciranno a superare questo test fiscale.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.