Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Saccomanni: favoriremo le piccole e medie imprese

Fabrizio Saccomanni

Quando

Data di inizio: 31/05/2013

Data di fine: 31/05/2013

Sembra avere le idee chiare il nuovo Ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni:  "Un maggiore ricorso ai fondi Bei potrebbe essere impiegato in finanziamenti diretti alle banche per una smobilitazione dei loro attivi in favore delle piccole e medie imprese". Il ministro si dice ottimista anche alla luce della "nuova elasticità ottenuta dall'Italia con l'uscita dalla procedura per deficit".Sempre secondo il Ministro, "il rimborso dei debiti delle pubbliche amministrazioni pesa già per lo 0,5% e quindi spinge il deficit italiano al 2,9% poco sotto la soglia del 3% tagliando dunque i margini di intervento per quest'anno. Nel 2014 dovrebbero esserci margini maggiori, ma la riduzione del debito rimane una strada obbligata" (parlando del 2013 ndr). Una ricetta apparentemente chiara, ma che vede alla base il difficile rapprto tra stato e banche, una linea che a più riprese ha già mostrato  (purtroppo) la propria inaffidabilità. A modo fi vedere del Ministro, a fornire risorse importanti saranno la "Spending review" e revisione delle agevolazioni fiscali: "sono previsti inoltre passi avanti per la semplificazione del sistema fiscale, serve al riguardo anche una piena integrazione delle banche dati". Per qanto concerne l'atteso (e temuto) aumento dell'Iva e le misure in materia di tassazione, promette il Ministro: "Entro la fine di agosto è prevista una revisione della tassazione sugli immobili, mentre sono ancora in corso valutazioni sull'Iva".

Hai trovato interessante l’articolo “Saccomanni: favoriremo le piccole e medie imprese”?

Nelle diverse sezioni del portale, puoi trovare news ed approfondimenti per comprendere meglio il contesto in cui viviamo.

Fisco e finanza, economia, lavoro ed attualità: come nel caso della categoria Economia e Finanza seleziona quella di tuo interesse e non perdere gli articoli che abbiamo selezionato per te, scoprili subito.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.