Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Modello 730

modello 730

Il Modello 730 è la dichiarazione dei redditi che i lavoratori dipendenti e pensionati possono compilare in sostituzione del modello 740 semplificato. Il fine è quello di accedere   immediatamente al rimborso delle imposte a credito.
E’ possibile adoperare questo modello per dichiarare le seguenti categorie di reddito:

  • Redditi di lavoro dipendente
  • Redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente
  • Redditi dei terreni e dei fabbricati
  • Redditi di capitale
  • Redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la Partita Iva
  • Altri redditi
  • Alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata.

Non tutti i soggetti sopra citati sono tenuti a presentare la suddetta dichiarazione infatti, sono esonerati dalla dichiarazione tutti coloro che possiedono unicamente i redditi derivanti da:

  • Abitazione principale
  • Lavoro dipendente o pensione
  • Lavoro dipendente o pensione con abitazione principale
  • Rapporti di collaborazione coordinata e continuativa
  • Alcuni redditi esenti (ad esempio, pensioni di guerra, alcune borse di studio, ecc…).

Altrimenti  possiedono esclusivamente redditi soggetti a:

  • imposta sostitutiva
  • ritenuta alla fonte a titolo di imposta.

In tutti i casi sopra elencati l’esenzione si applica soltanto alle seguenti condizioni:

  • Redditi corrisposti da un unico sostituto d’imposta obbligato ad effettuare le ritenute di acconto oppure corrisposti da più sostituti, purché certificati dall’ultimo che ha effettuato il conguaglio
  • Le detrazioni per coniuge e familiari a carico sono spettanti e non sono dovute le addizionali regionale e comunale

L’esenzione può scattare anche per motivi di minimo reddituale, ossia per tutti coloro che possiedono esclusivamente determinati redditi, entro specifiche soglie, e sempre solo a particolari condizioni.


A chi spetta presentare il Modello 730 lo può consegnare a due soggetti distinti:

  • Al proprio sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente pensionistico), solo se questi ha comunicato, entro il 15 gennaio, di prestare assistenza fiscale per quell’anno. In questo caso, il modello 730 deve essere già stato compilato e il 730-1 va consegnato in busta chiusa.
  • Al CAF o ai professionisti iscritti all’albo dei commercialisti, esperti contabili e consulenti del lavoro. Il modulo può essere loro consegnato già compilato oppure, dietro compenso, chiedere assistenza per la compilazione.


Non è necessario che il contribuente consegni il modulo all’Agenzia delle Entrate poiché questo adempimento spetta o al datore di lavoro, all’ente pensionistico o al CAF.
In caso di rimborso dell’imposta o di saldo a debito da parte del contribuente, le somme calcolate verranno versate o trattenute a luglio direttamente dalla busta paga o dalla pensione, a meno che non si richieda che quanto spettante venga inviato direttamente al contribuente dall’Agenzia delle Entrate.

Il Modello 730 può essere presentato entro il 30 aprile al proprio datore di lavoro o ente pensionistico oppure entro il 31 maggio a un CAF o a un intermediario abilitato.

 

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.