Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Economia italiana: tra ripresa ed incertezza

La Rete di Clò | Economia italiana: tra ripresa ed incertezza

Il periodo storico che stiamo attraversando non è certo uno dei migliori e forse il termine più corretto per descriverlo è incertezza.

Il conflitto russo-ucraino sta dominando la scena europea con ripercussioni significative sulla politica economica di tutti gli stati membri, a partire proprio dalle problematiche legate all’incremento dei prezzi dell’energia che stanno mettendo in ginocchio le diverse economie.

PIL stagnanti, se non in recessione per molti paesi, ma non solo:  è evidente che sta crescendo, a livello mondiale, anche la competizione tra Cina e Stati Uniti in campo economico, militare e spaziale.

Tensioni in aumento che rischiano di compromettere equilibri già precari: nello scacchiere mondiale avanzano le pedine di Cina ed USA, mentre per il momento sembrano più statiche quelle dei paesi europei impegnati più nel contrastare e contenere il conflitto ucraino piuttosto che nel rivedere i trattati e guardare alla crescita e all’innovazione.

In un contesto così complesso tuttavia, l’Italia si avvicina alle elezioni politiche di Settembre con una situazione economica che negli ultimi mesi segna una leggera ripresa.
Nei mesi tra aprile e giugno il PIL, dopo un periodo di forte stallo, è cresciuto dell’1% trainato soprattutto dalla ripresa del turismo.

Dati incoraggianti, se confrontati con quelli degli altri paesi europei, ma che non sono ancora sufficienti, a detta degli esperti, per confermare a pieno la ripresa economica del nostro paese.

Il rischio è, infatti, che il complesso scenario internazionale possa ancora influire negativamente su questi primi timidi segnali di ripresa: a spaventare maggiormente la recessione economica che sta interessando la Germania, così come l’aumento dei costi del gas russo che rischiano di mettere in seria difficoltà il comportato produttivo e le famiglie italiane già da questo autunno.

Gli esperti ipotizzano che i rischi più significativi si riscontreranno, infatti, proprio al rientro dalle ferie estive, nell’ultimo trimestre del 2022 e nel primo del 2023, quando sarà pericoloso l’incrocio tra inflazione, contrazione dei mercati, razionamento delle risorse energetiche.

Documentazione foto creata da pressfoto - it.freepik.com

Hai trovato interessante l’articolo “Economia italiana: tra ripresa ed incertezza”?

Nelle diverse sezioni del portale, puoi trovare news ed approfondimenti per comprendere meglio il contesto in cui viviamo.

Fisco e finanza, economia, lavoro ed attualità: come nel caso della categoria Politica Economica seleziona quella di tuo interesse e non perdere gli articoli che abbiamo selezionato per te, scoprili subito.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.