Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Crisi: famiglie italiane in ginocchio

Famiglie in crisi
Nel 2012 salgono i protesti e le cambiali non pagate. Secondo i dati raccolti dalle Camere di Commercio, elaborati da Unioncamere e analizzati dall'AGI, nei primi 4 mesi di quest'anno, il numero complessivo degli effetti protestati (tra assegni, cambiali e tratte) risulta aumentato del 3% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, passando dagli oltre 429mila dei primi 4 mesi del 2011 agli oltre 442mila dello stesso periodo del 2012.
Diminuisce invece l'importo medio (-13%) degli effetti contestati, passando dai 2.812 euro del 2011 ai 2.435 del 2012. In particolare, a salire di più sono le cambiali non onorate (+5,6%), mentre per gli assegni si registra una contrazione nel numero di quelli emessi e risultati poi scoperti (-4%).
Per entrambe le tipologie di effetti si registra una diminuzione del valore medio: -8,3% per le cambiali (passate dai 1.850 dei primi quattro mesi del 2011 ai 1.700 euro del 2012) e -15,3% per gli assegni (4.630 euro il valore medio di un assegno "cabriolet" quest'anno, contro i 5.080 dell'anno scorso).


Hai trovato interessante l’articolo “Crisi: famiglie italiane in ginocchio”?

Nelle diverse sezioni del portale, puoi trovare news ed approfondimenti per comprendere meglio il contesto in cui viviamo.

Fisco e finanza, economia, lavoro ed attualità: come nel caso della categoria Politica Economica seleziona quella di tuo interesse e non perdere gli articoli che abbiamo selezionato per te, scoprili subito.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.