Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Borse europee: partenza ok

Mercati finanziari
Avvio positivo per le Borse europee. A Piazza Affari rialzi su tutti i settori. Tra i bancari bene Unicredit e Intesa Sanpaolo. Rimbalza anche Fiat.
Sospeso alla Borsa di Madrid il titolo Bankia. La banca spagnola, lo rivelano fonti finanziarie, si appresta a chiedere al governo di Madrid aiuti per 15 miliardi di euro. 
Euro debole poco sopra 1,25 dollari, praticamente invariato rispetto alle quotazioni di ieri dopo la chiusura di Wall Street (1,2539). Rispetto allo yen la moneta unica resta sotto quota 100 e passa di mano a 99,9.
Scende lo spread tra Btp italiani e bund tedeschi che torna sotto i 400 punti: il differenziale segna 397,9 punti; il rendimento è al 5,40%
Sulla piazza nipponica sono scivolate Sony (-4,52%) e Sharp (-1,01%),  i siderurgici Japan Steel (-4,06%), Pacific Metals (-4,26%) e Mitsubishi Materials (-3,27%).
Difficoltà ad Hong Kong, ancora in fase di contrattazioni, per Power Assets Holdings (-4,07%), Esprit Holdings (-3,06%), Bank of Communications (-1,79%), Industrial & Commercial Bank of China (-1,51%) e Bank of East Asia (-1,33%).
Sulla piazza di Sidney, invece, hanno segnato il passo gli estrattivo-minerari Aquarius Platinum (-8,33%). Barthust Resources (-6,59%), Sims Metal (-6,12%) e Fortescue Metals (-3,79%), frenati dalle quotazioni dei metalli.


Hai trovato interessante l’articolo “Borse europee: partenza ok”?

Nelle diverse sezioni del portale, puoi trovare news ed approfondimenti per comprendere meglio il contesto in cui viviamo.

Fisco e finanza, economia, lavoro ed attualità: come nel caso della categoria Economia e Finanza seleziona quella di tuo interesse e non perdere gli articoli che abbiamo selezionato per te, scoprili subito.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.