Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Sicurezza in rete: ecco 5+1 consigli per “vivere” il web

navigare in rete in sicurezza - la rete di clò

Navigare in rete in totale sicurezza non è solo una garanzia per se stessi, ma anche per i propri contatti: troppo spesso vengono compiute azioni che hanno risvolti piuttosto significativi.
Da qui nasce l'esigenza di indirizzare, soprattutto le nuove generazioni, ad un utilizzo più consapevole del web.
Ecco 5+1 preziosi consigli da tenere sempre a mente per navigare on-line in totale sicurezza.

1) Scegliere siti e fonti sicure
È fondamentale navigare solo su siti ritenuti sicuri. Email e messaggi provenienti da fonti dubbie non devono essere aperti e cliccati in quanto possono contenere malware.
Un sito con protocollo HTPPS invece che HTPP è con grande probabilità un sito sicuro: in caso di dubbi è sufficiente riportare il nome stesso del sito su Google al fine di individuarne recensioni o commenti a riguardo.

2) Non dare seguito a fake news
Il punto precedente relativo alla scelta di fonti sicure e autorevoli apre la strada ad un'altra tematica davvero sentita in rete, ovvero quella relativa alla fake news.
Prima di condividere contenuti e notizie è importante verificarne la veridicità e questo può accadere solo se a diffonderle sono in primis fonti autorevoli e riconosciute.

3) Porre attenzione nella scelta dei contatti
Il web ed i diversi social network che lo popolano sono veri e propri luoghi sociali: è facile crearsi nuove amicizie. Ma spesso dietro ad un PC ed una tastiera non si nasconde sempre la persona che crediamo. Con la stessa facilità in cui si creano identità digitali "reali", allo stesso modo se ne creano di fittizie.
Il consiglio è quindi quello di includere nei propri contatti solo le persone che effettivamente si conoscono anche nella vita reale.

4) Gestire e salvaguardare la propria privacy
Studi dimostrano che le persone tendono a condividere in rete notizie ed informazioni riservate con molta più facilità di quanto facciano nella vita reale, soprattutto sui social network. Ma, proprio in virtù di quanto detto sopra, è invece necessario stare attenti alle impostazioni di privacy che scegliamo per i contenuti che pubblichiamo. Il rischio che si nasconde proprio dietro la porta è quello del "doxxing", ovvero la violazione di dati personali e privati ad opera di hacker. Tra i vari dati, occhio alle password, è importante che non siano semplici, facilmente riconducibili alla persona e soprattutto le medesime per più servizi.

5) Fare attenzione alle immagini pubblicate e condivise
Quanto riportato in merito a dati ed informazioni personali riguarda, ancora di più, le immagini.
È importante pubblicare e condividere immagini per le quali si possa potenzialmente non essere ricattabili. Ovviamente è caldamente consigliato di non pubblicare foto intime e soprattutto foto di minori.

6) Tenere sotto controllo il cyberbullismo
Immagini private che magari riguardano altre persone, inviate con o senza il consenso della persona ritratta, possono diventare uno strumento di cyberbullismo e fonte di ricatto.
È fondamentale non alimentare fenomeni di derisione collettiva, ma è importante assumersi la responsabilità di ciò che si condivide e si comunica.

Foto: Freepik

Hai trovato interessante l’articolo “Sicurezza in rete: ecco 5+1 consigli per “vivere” il web”?

Nelle diverse sezioni del portale, puoi trovare news ed approfondimenti per comprendere meglio il contesto in cui viviamo.

Fisco e finanza, economia, lavoro ed attualità: come nel caso della categoria News seleziona quella di tuo interesse e non perdere gli articoli che abbiamo selezionato per te, scoprili subito.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.