Cessione impianti radiotelevisivi
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Cessione impianti radiotelevisivi

Impianti radiotelevisivi
La cessione delle attrezzature, unitamente alle altre risorse come (frequenze, marchi, brevetti) relativamente ad un impianto radiotelevisivo, configura una cessione di azienda o di ramo d’azienda, e come tale, esclusa dal campo di applicazione dell’IVA, mentre il trasferimento delle sole “attrezzature” configura una cessione di beni, rilevante ai fini dell’imposta sul valore aggiunto. Questo è quanto sancito dalla risoluzione n. 33 del 10 aprile 2012 in riferimento al trattamento fiscale ai fini delle imposte indirette della cessione di impianti radiotelevisivi.
L’articolo 40, comma 9-bis, del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, ha integrato l’articolo 27 del Decreto Legislativo 31 luglio 2005, n. 177 (Testo Unico della Radiotelevisione) inserendovi il comma 7-bis il quale dispone che: “La cessione anche di un singolo impianto radiotelevisivo, quando non ha per oggetto unicamente le attrezzature, si considera cessione di ramo d’azienda. Gli atti relativi ai trasferimenti di impianti e di rami d’azienda ai sensi del presente articolo, posti in essere dagli operatori del settore prima della data di entrata in vigore delle disposizioni di cui al presente comma, sono in ogni caso validi e non rettificabili ai fini tributari”.
Anche la Cassazione ha precisato che si ha cessione di azienda (o di ramo d’azienda) quando le parti intendono trasferire un complesso di beni unitariamente considerato, dotato di una potenzialità produttiva. E’ necessario, dunque, che “i beni strumentali ceduti siano atti, nel loro complesso e nella loro interdipendenza, all’esercizio di un’ impresa” (Sentenze nn. 24913 del 10 ottobre 2008 e 9163 del 16 aprile 2010).
Sarà quindi necessario individuare la diversa classificazione delle cessioni distinguendo le cessioni di beni dai trasferimenti di ramo di azienda. Tale diversa classificazione ha rilevanti effetti ai fini della tassazione indiretta, poiché solo nel primo caso le cessioni risultano soggette ad IVA.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. La rete di clo: il portale delle aziende italiane non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.